Risposta al Comunicato Stampa di Torino avente come oggetto l’FM5

Il Comunicato Stampa del Comune di Torino del 10 Aprile rappresenta il tentativo di alterare un percorso di condivisione e di “progettazione partecipata” durato quasi 10 anni tra Governo, RFI, Regione, le Amministrazioni Locali, la Provincia di Torino (ora Città Metropolitana) e Agenzia per la Mobilità, nell’ambito dell’Osservatorio per l’Asse Ferroviario Torino Lione.

La linea FM5 e la stazione San Luigi, con il naturale ed indispensabile completamento delle fermate di Quaglia Le Gru (Grugliasco) e di San Paolo (Torino), costituisce un’opera attesa ed indispensabile alla cittadinanza di Grugliasco, Orbassano, Beinasco, Rivalta, Piossasco, Bruino, Trana, Sangano, Volvera, le Circoscrizioni 2 e 3 di Torino, necessaria agli utenti dell’Ospedale S. Luigi e del polo universitario al suo interno.

Proprio per questo è stata proposta ed inserita nel progetto preliminare della tratta nazionale del 2011 ed è finanziata  grazie alle risorse messe a disposizione dal Governo proprio in anticipazione della Torino Lione.

L’iniziativa della Città di Torino è quindi tutta “ideologico-politica” e otterrebbe l’unico risultato di rallentare un progetto, in discussione da quasi 10 anni, concertato  con tutti i soggetti interessati, presentato nel suo assetto definitivo il 3 aprile alla presenza del Ministro Delrio, del presidente della Regione, del Commissario di Governo, di alte Cariche Istituzionali e di molti Sindaci della Città Metropolitana.

In questo modo Torino  blocca una delle opere più importanti per la nostra zona, e per la sua stessa città, faticosamente conseguita con anni di impegno di tutte le amministrazioni che seriamente e consapevolmente hanno collaborato nell’unico tavolo di lavoro ufficialmente riconosciuto e che si chiama “Osservatorio per l’Asse Ferroviario Torino Lione”; un tavolo preso ad esempio per correttezza, coinvolgimento e raggruppamento di eccellenze tecniche dal Governo per i positivi risultati conseguiti.

Per scelta ideologica il Comune di Torino, invece che sostenere e risolvere un problema di trasporto locale, di traffico e di inquinamento, interviene strumentalmente escludendo  l’Osservatorio che ha consentito di ricercare e trovare  finalmente la soluzione.

Una sede di concertazione e partecipazione da cui hanno voluto uscire i Comuni di Rivalta e Avigliana, e da pochi mesi Torino, cercando di inventare altri “tavoli” da utilizzare a proprio uso. In questo modo Torino da una sponda al Sindaco di Rivalta, in fase elettorale, e con il Sindaco di Avigliana che sta altrove e non ha alcuna relazione con FM5 e con la Stazione di Orbassano – S. Luigi.

Noi Sindaci che abbiamo collaborato, a volte criticato, anche discusso, in questi anni all’interno dell’Osservatorio per l’asse ferroviario Torino Lione, con un unico obiettivo, quello di realizzare al meglio quest’opera, rigettiamo questo comunicato, rammaricandoci dell’assenza della Sindaca Appendino (sindaca anche della Città Metropolitana) al Convegno della presentazione del progetto della FM5 alla presenza del Ministro Delrio, del Presidente della Regione, di alte Cariche Istituzionali e di molti Sindaci della Città Metropolitana a Porta Susa lunedì 3 Aprile.

Per queste ragioni chiediamo alla Regione, al Governo  ed a RFI di fare in fretta e procedere al più presto, come comunicato il 3 aprile dal Ministro Graziano Delrio, dall’Amministratore delegato di RFI Maurizio Gentile e dal Presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino, alla convocazione delle conferenze di servizio per la discussione e l’approvazione del progetto.

In questa sede, senza dilazioni di tempi, tutti gli Enti che ne hanno titolo potranno esprimere le proprie valutazioni e determinazioni,  assumendosi anche le responsabilità tecniche e politiche delle proprie affermazioni ed azioni davanti ai cittadini, ai pendolari ed agli studenti ed a tutti gli utenti del servizio ferroviario metropolitano che utilizzano l’Ospedale San Luigi.

 

Sindaco di Beinasco – Maurizio Piazza

Sindaco di Bruino – Cesare Riccardo

Sindaco di Grugliasco – Roberto Montà

Sindaco di Orbassano – Eugenio Gambetta

Sindaco di Piossasco – Roberta Avola

Sindaco di Rivoli – Franco Dessì

Sindaco di Volvera – Ivan Marusich

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *