Nell’esposizione al Senato del Programma di Governo del Presidente Giuseppe Conte – sostenuto dai Notav a 5Stelle – non una parola sulle infrastrutture

Dal diario di bordo del Capitano Conte dalla nave spaziale Enterprise parcheggiata al Senato:
nelle 24 pagine delle dichiarazione del neo Presidente del Consiglio, sintesi del “contratto” di Governo, 71 minuti di lettura e 55 interruzioni per applausi, ola, battitura di piedi, grida “Honestà” e per consentire anche alla Sen. Paola Taverna di grattarsi i piedi (Cit. Aldo Cazzullo) non una riga sulle infrastrutture.

In Italia evidentemente non é più necessaria nessuna infrastruttura.
Magari alla Casaleggio & C. hanno già inventato il teletrasporto. Come Star Trek.
E Beppe Grillo sta già scorrazzando nel ciberspazio con i Vulcaniani.
Ce lo facciano sapere.
All’economia del Piemonte (e del Paese) basterebbe solo una ferrovia moderna che colleghi l’italia all’Occidente dell’Europa.

Un pensiero riguardo “Nell’esposizione al Senato del Programma di Governo del Presidente Giuseppe Conte – sostenuto dai Notav a 5Stelle – non una parola sulle infrastrutture

  • giugno 5, 2018 in 8:14 pm
    Permalink

    Penso sarebbe importante che intervenissero, come Chiamparino, i governatori di Lombardia e Liguria con dichiarazioni di riconosciuta “utilità”.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *